Se non ho dolore o se non sento alcun fastidio è necessario andare dal dentista?

Anche in assenza di fastidi o dolori è opportuno recarsi dal dentista per visite di controllo periodiche supportate, se necessario, da radiografie endolari che intercettino l’eventuale presenza di carie o di problemi parodontali che possono richiedere l’intervento del dentista o essere di monitoraggio nel tempo; dalle visite può scaturire la necessità di sottoporsi all’igiene orale (consigliata almeno due volte l’anno).



Quante volte durante l’anno è opportuno fare l’igiene orale e la visita di controllo?

Generalmente è bene farle ogni sei mesi. In casi particolari, ossia se il paziente ha la tendenza ad avere problemi gengivali o parodontali o se gli sono stati effettuati lavori protesici importanti le visite possono essere più frequenti.



Quali materiali vengono usati per le otturazioni una volta curate le carie?

Per le otturazioni vengono usate delle resine dette composite che sono applicate al dente con procedure di adesione; queste resine sono di colore il più possibile simile al dente naturale per ottenere un risultato estetico soddisfacente.



Quando è necessario devitalizzare un dente?

Il dente viene devitalizzato quando la carie diventa così profonda da raggiungere la polpa dentale, comunemente chiamata nervo. Non sempre una carie di tal misura provoca un forte dolore; in questo caso il nervo è già “morto” e presenta una forte carica batterica che rende necessaria la devitalizzazione e ciò previene il formarsi di un ascesso dentale.



Il dente devitalizzato in cosa differisce dal dente vitale?

Il dente devitalizzato non ha più innervazione e quindi non è più sensibile agli stimoli sensoriali (caldo/freddo, dolce,ecc.) ma conserva la sensibilità del legamento parodontale (riconosce gli stimoli pressori, per esempio quelli dovuti alla masticazione). Esso è più debole perché insieme al nervo vengono asportati i vasi sanguigni interni e non c’è più apporto alla parte organica del dente; senza trascurare il fatto che gran parte dello smalto e della dentina è stata divelta a causa dalla presenza della carie profonda. Col tempo aumentano le possibilità che il dente si rompa.



Come si può evitare la frattura del dente devitalizzato?

Per evitare che il dente devitalizzato si fratturi è necessaria una ricostruzione protesica che protegga il dente dalla frattura; questa ricostruzione può essere parziale (un intarsio) o totale (una corona).



Come viene fatta una corona?

Il dente viene preparato (ossia viene ridotto in tutte le sue dimensioni),viene presa un’impronta dentale, viene applicato un provvisorio per proteggere il dente durante la realizzazione della corona stessa.

Le corone tradizionali sono di metallo (lega d’oro) rivestite di ceramica dello stesso colore dei denti del paziente.

Negli ultimi anni si tende a non usare più il metallo ma a fare ceramiche integrali o con struttura in zirconio rivestita di ceramica; la resa estetica è migliore e la resistenza è la stessa.



Che cos’è un impianto?

Un impianto dentale è una vite in titanio (elemento estremamente biocompatibile usato anche nelle protesi ortopediche) di forma e dimensioni variabili usato per sostituire uno o più denti.



Gli impianti possono essere sempre una soluzione per la sostituire un dente?

Generalmente è possibile sostituire un dente con un impianto; talvolta, però, l’osso in cui deve essere inserito l’impianto è di dimensioni ridotte ed è necessario ricorrere a tecniche di rigenerazione ossea per aumentarne il volume.



Quanto tempo bisogna aspettare per protesizzare l’impianto dal momento in cui viene inserito nell’osso?

In condizioni normali sono necessari tre mesi per l’arcata inferiore e cinque per quella superiore.

In alcuni casi è necessario protrarre l’attesa per far sì che l’impianto si integri all’osso.

In altri casi si può protesizzare subito l’impianto (carico immediato).



Quali sono gli interventi estetici per i denti?

Vi sono interventi estetici non invasivi e interventi estetici complessi. Nei primi rientra lo sbiancamento dentale che agisce sul colore dei denti; nei secondi rientrano sia le tecniche protesiche che quelle ortodontiche. Quelle protesiche intervengono sul colore, sulla forma e in minor misura anche sulla posizione dentale; quelle ortodontiche intervengono sulla posizione dentale e sul profilo osseo del bambino e dell’adulto.



Un dente cariato che tipo di problemi può causare? .

  1. Se non curata,la carie evolve e se non viene percepito alcun dolore, come talvolta accade, può portare alla completa                             disgregazione del dente stesso. Oltre a creare una infezione locale un dente che la carie ha disgregato può creare problemi a “distanza”. Un dente distrutto dalla carie porta ad una masticazione non corretta che determina una cattiva digestione.. Si consideri anche che una dentatura non curata può essere la porta di entrata  per pericolose infezioni a “distanza” ad organi bersaglio: si tratta di quelle che vengono denominate infezioni satellite: alle articolazioni(artriti e poliartriti croniche), ai reni(nefriti),all'occhio(retiniti e congiuntiviti),alle valvole cardiache(endocarditi). Quindi la cura e la prevenzione dentale rappresentano un passo importante per la salvaguardia della propria salute.



Quali sono i fattori predisponenti allo sviluppo della carie?

  1. Molti sono i fattori che predispongono alla carie particolare rilevanza hanno

  2. - l’alimentazione scorretta: consumo elevato di cibi dolci, acidi e cibi di ridotta consistenza che non stimolano l'autodetersione.

  3. - l’affollamento dentale

  4. - la ridotta salivazione

  5. - lo smalto decalcificato

  6. - la scarsa igiene orale



Quali sono i fattori predisponenti alla malattia parodontale (piorrea)?

  1. - la presenza di tartaro

  2. - le situazioni che rendono difficile la rimozione della placca batterica

  3. - l'affollamento o le posizioni scorrette dei denti

  4. - il fumo

  5. - i problemi di salute o di debilitazione fisica come la malnutrizione che impediscono all'organismo di combattere le infezioni



Quali sono le cause principali della carie e della malattia parodontale?

  1. Le cause principali possono trovarsi nella predisposizione individuale e nei batteri presenti nella flora batterica del cavo orale.



Quali sono le misure da adottare per una prevenzione dentale efficace?

  1. Le misure da adottare per una buona prevenzione dentale si assolvono in

  2. - un comportamento alimentare corretto ovvero limitare al massimo l'assunzione di zuccheri cariogeni e nel preferire un’alimentazione equilibrata comprendente fibre e cibi di elevata consistenza che necessitano di masticazione vigorosa e protratta così da stimolare,  a sua volta, il flusso salivare determinando l'autodetersione delle gengive e dei denti.

  3. - nelle tecniche di igiene orale con l'utilizzo di adeguati strumenti (spazzolino con corretta tecnica di spazzolamento,filo interdentale,scovolino).

  4. - nell’abolizione del fumo che necrotizza i tessuti indebolendo così le difese locali e facilitando, inoltre, le infezioni.



Quali sono le lesioni traumatiche più frequenti nei bambini?

  1. Dalle attività ludiche, alla disattenzione i bambini possono incorrere nella perdita completa del dente, nella frattura della corona, nell’intrusione o estrusione del dente o nelle lesioni dei tessuti molli



Quali sono le prime manovre di pronto soccorso a favore dei bambini in seguito a traumi dentali?

  1. E' importantissimo che si proceda prima di tutto tranquillizzando il bambino, poi pulendo la zona ferita con garze bagnate con acqua o soluzione fisiologica. Se vi è sanguinamento bisogna tamponare la zona  ferita con una garza o con dei fazzolettini. E’ opportuno poi applicare del ghiaccio sulla cute corrispondente alla zona contusa. Se vi è stata la perdita o la frattura di un dente permanente (non di latte) bisogna tentare in ogni modo di recuperare il pezzo o il dente intero, conservandolo in un recipiente contenente latte,soluzione fisiologica o saliva e recarsi nel minor tempo possibile dal dentista.




STUDIO ODONTOIATRICO E CENTRO MULTIDISCIPLINARE

STUDIO ASSOCIATO LONGO BELLESI

FAQ

Vuoi contribuire ad integrare l’elenco?

Inoltraci una mail con la tua domanda: info@studiolongobellesi.it