EVENTI

STUDIO ASSOCIATO LONGO BELLESI

TORNA AL BLOG


MOSTRA di PITTURA di  RICCARDO BARTALESI  
26 Marzo 2009 – 25 Giugno 2009 
 
 
 
 
Impressioni 
 
  
            Riccardo Bartalesi, in arte Janez, inizia a dipingere in un momento della sua vita in cui diventa imperativo trasferire su tela «tutte le […] sensazioni,passioni ed emozioni, alla loro prima apparenza dell’anima».  In questa definizione della sensazione, data da Hume più di due secoli fa e che qui è presa in prestito per entrare nei modi astratti e informali di cui si serve Janez quando si appresta ad affrontare le sue tele, troviamo, sebbene in sfumato, il ricchissimo e gremito mondo del nostro artista che non ha lezioni cui attingere né maestri cui riferirsi se non a un provvido incontro con le opere di Jackson Pollock attraverso il quale il Nostro riesce a comprendere l’enorme potenzialità del gesto pittorico.  

       Così ogni pennellata che la tela riceve proviene dall’esperienza dell’artista il quale affronta la pittura non come emancipazione dalla rappresentazione della realtà oggettiva ma come unico mezzo possibile al racconto della conoscenza che il Nostro ha dell’ ”oggetto” percepito (sia esso un paesaggio, un sorriso, un evento atmosferico) e delle innumerevoli implicazioni che il suo attraversamento gli procura.  Attraverso gli olii o gli acrilici (in mostra si trovano solo due acrilici: 013 e 017) Janez mette a disposizione di chi osserva gli intimi suoi transiti risolti armonicamente oppure no, irrompenti di energia oppure pervasi da aspra inquietudine. In ogni caso queste opere non ci chiedono che vengano rintracciati né l’ “oggetto” né tanto meno le forme immateriali di pensieri ed emozioni dell’artista; esse danno la possibilità, nel momento in cui sono mostrate, di innumerevoli percorrimenti personali senza per questo diventare opachi delle intenzioni dell’artista. Di rarissima intensità questa prima di Janez. 
E.D.P. 
 
 
Note biografiche.

           Riccardo Bartalesi nasce a Scandicci (FI) nel 1963. Vitalità dirompente inizia giovanissimo a viaggiare per il mondo con la foga dell’esploratore le cui impressioni di viaggio reclamano di essere appuntate, cosa che avviene con migliaia e migliaia di foto. Riccardo attraversa i territori solcati dall’uomo i cui confini cerca di superare avendo come obiettivo quello di mettere alla prova sé stesso. Ma il viaggio per Riccardo non è solo lo spostamento nello spazio e nel tempo né è solo lo sforzo fisico che ne può derivare; esso è desiderio, tensione, ricerca, conoscenza ma anche distacco, solitudine, paura, stupore. La vita di Riccardo sta nella consapevolezza del significato del viaggio che sta nel suo percorso anche di quello di una giornata a Scandicci a mescolare aromi per le ricette delle sue birre o colori per le sue tele.  
 
 
INFO: 
www.janez.altervista.org/Sito/Home.html 
ricksan2001@yahoo.it  

cell.  338 1137016 
 
http://www.janez.altervista.org/Sito/Home.htmlmailto:ricksan2001@yahoo.itshapeimage_2_link_0shapeimage_2_link_1