EVENTI

STUDIO ASSOCIATO LONGO BELLESI

TORNA AL BLOG

 
ARCIPELAGHI
Mostra di pittura di Giovanni MIGLIORUCCI  
25 Giugno – 23 Settembre 2009 
 
 
        Gli arci-pelaghi di Giovanni Migliorucci sono le grandi passioni amorose in cui il suo animo si lascia avvincere.  Fin da ragazzo ha indagato a fondo gli oggetti del suo trasporto riproducendo fedelmente le opere da cui veniva attratto. Innanzitutto è stato Gustav Klimt per l’uso dei colori smaltati e della composizione ritmica di quei corpi che subiscono una forte sintesi divenendo leggeri e sinuosi; poi Tamara de Lempicka per quel disegno definito da linee precise in cui il gioco delle ombre diventa marcato e netto; in seguito il tormentato Egon Schiele. Un arcipelago attraversato con dedizione e di cui Migliorucci ne ha ricercato i presupposti, le conseguenti connotazioni e infine la tecnica.  Così pure è successo quando Giovanni ha incontrato le opere di Enrico Castellani con le superfici plastiche e modulatamente animate; così per i cementi di Giuseppe Uncini, così per le opere materiche e per il ciclo di neri di Alberto Burri suo conterraneo o i buchi e i tagli di Lucio Fontana o ancora per i “quadri-oggetto” di Paolo Scheggi e anche per l’espressionismo astratto americano.

        Veri e propri arcipelaghi in cui si è mosso il Nostro che, da autodidatta, non si è sottratto alla lezione dei Maestri (si veda pure Bice Lazzeri col suo mondo poetico e già Alberto Biasi con le sue esperienze cinetiche) verso i quali ha continuato a nutrire un sentitissimo rispetto. Pertanto non siamo stupiti che in questa Prima Giovanni ci presenti il percorso indicatogli dai Maestri in forme e modi, beninteso, assolutamente personali. Tele e strisce di tela, anime metalliche, impasti, coni di colore, trapezi di cartone, corde di cotone e cuciture di filo. Rigore geometrico e travalicamento di esso, sapienza nell’accostamento dei colori, piena consapevolezza del gesto pittorico persino in quei meravigliosi paesaggi monocromi: tutto ciò è il mare in cui si dispongono le isole dell’animo di Giovanni Migliorucci.  
 
 
 
Note biografiche 
Giovanni Migliorucci nasce a Città di Castello (PG) nel 1966. Cinque anni dopo tutta la famiglia si trasferisce a Firenze, città in cui la giovane mamma lo avvierà alla conoscenza dell’arte facendogli visitare mostre e musei. A Firenze si iscrive alla Facoltà di Architettura la cui formazione si paleserà in tutte le opere fino alle più recenti. Terrà stretti contatti con la terra natale.  
 


INFO: 
g.migliorucci@libero.it  
cell.: +39 3477952222 mailto:g.migliorucci@libero.itshapeimage_2_link_0